Location: Padova, Italy
+39 333 237 9277
giorgi.piero@gmail.com

Avere un sito di successo

Il tuo Sito Web é importante. Affidalo a dei professionisti.

Quando parliamo di un sito web di successo, quindi, dobbiamo avere chiaro a cosa ci riferiamo. Uno degli errori più comuni di un sito web, infatti, è il non aver ben chiari gli obiettivi e questo penalizza molto rispetto ai concorrenti, che magari hanno siti studiati ad hoc per un fine preciso e di conseguenza più adatti a quel preciso obiettivo.

Vediamo però di chiarire un concetto:

cosa intendiamo per un sito web di successo?

  • Vogliamo molti accessi?
  • Vogliamo vendere?
  • Vogliamo promuovere?
  • Vogliamo semplicemente vedere il nostro negozio on line?

Qualsiasi sia l’intenzione che ci spinge ad avere un sito, dobbiamo sempre ricordare un passaggio fondamentale: un sito web vincente deve essere realizzato per il cliente che lo visita, e ogni dettaglio deve essere studiato per soddisfare le sue esigenze.

Molti siti sono inutili per il visitatore, e servono solo per esaltare chi paga!

Un sito web vincente parla a tutti i visitatori, nuovi, consolidati o di passaggio e riesce a dire a tutti qualcosa. Torna in auge il concetto di sito semplice, spesso frainteso con banale, ma di tutt’altro spessore se ben interpretato, sito web vincente perché semplice e facile da capire, studiato in ogni passaggio per agevolare le visite degli utenti con suggerimenti a visitare pagine precise del progetto e link a pagine di approfondimento.

I migliori siti web o meglio le migliori aziende presenti nel web hanno un lavoro intuitivo e davvero adatto a chiunque, facile da capire e semplice da usare, ma questo non è banale è davvero il lavoro più complesso che esista, rendere facile e comprensibile pagine complesse!

Solo con i visitatori un sito web è di successo e partendo da questo presupposto dobbiamo sempre lavorare nella sua progettazione con questo fine ben chiaro in testa, avere un sito web vincente perché studiato e progettato, avendo sempre ben chiaro a chi si rivolge.

Tante volte, infatti, ci si pregia di tecnicismi più adatti a far capire le nostre competenze a chi sa cosa facciamo, a potenziali concorrenti, dimenticandoci, appunto, il fine diretto del progetto. Noi diciamo sempre meglio un cliente vero che tanti complimenti, perché il dimostrare alla concorrenza il nostro sapere, non porta a nessun risultato concreto.

Il visitatore finale ha bisogno di essere messo a conoscenza di quel che facciamo, di come, di quando e vuole sapere come poter utilizzare i nostri servizi e deve soprattutto capire perché i nostri e non quelli di altri professionisti. Per fargli capire questo dobbiamo essere chiari e semplici ed evitare tecnicismi gratuiti. È ovvio che chi cerca qualcosa lo fa per approfondire, e la differenza la può fare la consulenza che diamo, in primis nelle pagine web, poi, eventualmente, di persona. Dobbiamo tornare a vedere il cliente un po’ come lo si intendeva negli anni scorsi, una risorsa e non un peso, e consulenze o preventivi dovrebbero essere all’ordine del giorno. Nel quotidiano, invece, troviamo sempre più la tendenza opposta, e l’arroganza di pensare che, se vuole, sa dove trovarci. Ci sono molti progetti web in rete, e molti per ogni settore, quindi è facile intuire che la concorrenza c’è ovunque.

Dobbiamo distinguerci dalla concorrenza, non mescolarci e lo possiamo fare solo con servizi di qualità, sito web aggiornato e curato, punti vendita a disposizione del cliente. Dobbiamo tornare a considerare il vero protagonista del mercato colui che è il solo a poter fare davvero la differenza, ossia il cliente finale, senza clienti un’azienda muore!

Vogliamo davvero avere un sito web vincente e di successo? Dobbiamo progettarlo per il cliente finale, dando informazioni chiare, specificando le qualità del nostro prodotto, spiegando i pregi o i potenziali difetti se usato in certe condizioni, perché solo con la trasparenza possiamo attirare i nuovi visitatori e convertire le loro visite in acquisti, interessi, contatti, o qualsiasi sia il fine ultimo del sito.